LOADING

Type to search

Piatti freddi per la pausa pranzo: ricette facili e veloci

Share

Piatti freddi per pausa pranzo: sono tante le ricette facili per il pranzo al sacco da portare in ufficio.

Una giornata a lavoro può essere piuttosto stressante, e quando arriva la pausa pranzo bisogna rilassarsi un po’.

È risaputo che il pranzo in ufficio non è sempre il massimo, soprattutto se si segue una dieta o si vuole mangiare qualcosa di più sano e leggero.

La soluzione perfetta è quella di preparare un buon pranzo da portare a lavoro. Ma non solo: questi piatti sono ottimi anche per chi deve andare all’università, a scuola, o semplicemente vuole trascorrere una giornata fuori casa.

I vantaggi del pranzo da portare al lavoro

Preparare con cura a casa il piatto da portare in ufficio non richiede molto tempo, e sono tanti i vantaggi del portare il pranzo a sacco in ufficio.

Infatti, si possono scegliere tantissime ricette e gusti da portare nelle comode “lunch box” , dai pasti leggeri e veloci a vere e proprie ricette gourmet.

Vediamo, quindi, quali sono i vantaggi del preparare i piatti per la pausa pranzo in ufficio:

  • si ottimizzano i tempi della pausa pranzo evitando spostamenti o attese in coda nei bar e nelle tavole calde
  • risparmio a livello economico abbattendo i costi di bar e ristoranti (che dal 2001 ad oggi sono aumentati del 144%)
  • si mangia in maniera più sana e sicura scegliendo gli alimenti da utilizzare e la loro provenienza
  • il pranzo sarà sicuramente migliore di una triste insalata da portare al lavoro
  • fa bene all’umore mangiare un pasto preparato con cura, leggero e gustoso
  • i piatti freddi da portare in ufficio non hanno bisogno di essere riscaldati, quindi sono perfetti negli uffici che non dispongono di una cucina, di un forno o un forno a microonde

Spesso, negli uffici in cui non c’è una mensa, ci si ritrova a consumare pasti squilibrati o troppo calorici e pieni di condimenti. Consumare questi pasti rende difficile riprendere le attività lavorative dopo la pausa pranzo, perché ci si sente appesantiti.

Come portarsi il pranzo al lavoro

Che sia in ufficio, all’università, o all’aperto, il modo migliore per gustarsi un pranzo delizioso è utilizzare un buon contenitore per il cibo, chiamato anche schiscetta.  

Si tratta di contenitori appositi, o lunch box, per trasportare comodamente il pranzo.

È necessario scegliere con cura il materiale del contenitore, evitando plastica scadente.

L’ideale sarebbe un contenitore in acciaio, in vetro o con materiali ecologici, riutilizzabili e lavabili.

Inoltre, sul mercato si trovano anche lunch box completamente ecologici a doppio strato realizzati in paglia di grano, un materiale sano, atossico e inodore.

Questi prodotti sono, inoltre, adatti ad alimenti secchi, e possono essere lavati in lavastoviglie. Ma non solo! Puoi utilizzarli anche nel forno a microonde per riscaldare il cibo.

Per chi preferisce preparare più pietanze da portare in ufficio, queste schiscette sono anche dotate di divisori per mantenere i diversi cibi separati.

Inoltre, può essere utile anche portare una piccola borsetta termica dove inserire il contenitore, comprese delle posate, una borraccia per l’acqua, tovaglioli di carta e un bicchiere.

Consigli utili

Mangiare sul posto di lavoro può essere gratificante quasi come mangiare a casa.

Ma ecco alcuni consigli utili per consumare un buon pasto anche a lavoro:

  • non mangiare davanti al pc o sul tavolo di lavoro, ma trova un luogo diverso in cui consumare il pasto in compagnia o all’aria aperta, per staccare un po’ la mente dalle tue mansioni
  • evita cibi preconfezionati e piatti pronti il più possibile
  • alterna primi e secondi piatti, senza dimenticare le verdure e i contorni
  • concediti un paio di spuntini a base di frutta fresca o secca o yogurt
  • alterna le fonti di cereali (pasta, riso, cous cous, zuppe miste di legumi, farro, orzo, etc.)
  • evita il pesce: questo tipo di alimento è sconsigliabile per il forte odore che potrebbe sprigionare. Lo stesso vale per i cavoli.

Ricette di piatti freddi per la pausa pranzo

Preparare un pranzo light e salutare in anticipo la sera prima o al mattino stesso è molto semplice e richiede pochissimo tempo.

A volte bastano pochi accorgimenti, come fare una spesa pensata bene, o sfruttare parte della cena.

Inoltre, ci sono molte ricette veloci da preparare, sane e gustose.

Ecco le migliori ricette di piatti freddi per la pausa pranzo.

Cous cous alle verdure

cous cous alle verdure
Ingredienti
  • 100gr. di cous cous (precotto) 
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 100gr. di piselli
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 100gr. di pomodorini
  • curcuma q.b.
  • sale e pepe q.b.
Procedimento

Lava con cura le verdure e tagliale a dadini. Cuocile, quindi, in una padella ampia.

Passa, poi, al cous cous, versandolo in 300 ml di acqua bollente con sale e curcuma. Lascialo cuocere per circa 15 minuti.

Poi sgranalo e aggiungi le verdure cotte in precedenza, insieme ai pomodorini freschi, e aggiusti di sale e pepe.

Focaccia prosciutto e mozzarella

Per l’impasto
  • 400 gr di Farina 0
  • 300 ml di Acqua
  • 3,5 gr di Lievito di Birra
  • 1 cucchiaio di Zucchero Bianco
  • 20 ml di Olio Extravergine d’Oliva
  • 1 pizzico di Sale
Condimento
  • 100 gr di Prosciutto Cotto
  • 125 gr di Mozzarella
Realizzazione

Inizia sciogliendo il lievito e lo zucchero nell’acqua. Prendi, poi, una ciotola di grandi dimensioni per setacciare la farina.

Fai un buco in mezzo alla farina per versare il liquido precedentemente preparato, mescola con un cucchiaio o una forchetta e aggiungi anche l’olio. Quando l’impasto sarà diventato un po’ più corposo, lavoralo con le mani fino a realizzare un panetto.

Lascia riposare il panetto nella ciotola coperta per qualche ora.

Poi dividilo in due parti uguali. Olia quindi una teglia da forno e stendi una parte dell’impasto nella teglia fino a ricoprirla completamente,  formando un bordino ai lati.

Stendi sulla pasta le fette di prosciutto e la mozzarella a fettine e ricopri il tutto con l’altra parte di impasto, sigillandone i bordi.

Cuoci in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti.

Dolci ai cereali

Ingredienti
  • 160 grammi fiocchi di avena
  • 100 grammi farina di mandorle
  • 200 grammi farina di farro
  • 60 grammi zucchero
  • 1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio
  • 1 arancia
  • 1,5 decilitro olio di semi spremuto a freddo
  • 200 grammi confettura di lamponi
  • 150 grammi confettura di fragole
  • q.b. sale

Procedimento

Inizia mescolando i fiocchi di avena con la farina di mandorle e quella di farro, unendo lo zucchero, bicarbonato, un pizzico di sale e la scorza grattugiata di 1 arancia.

Versa l’olio di semi spremuto a freddo e mescola con cura.

Copri, poi, il fondo di una teglia con 2/3 dell’impasto rivestita con la carta da forno. Distribuisci quindi le confetture precedentemente mescolate e copri con il resto dell’impasto.

Cuoci in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.

Lasciare raffreddare e tagliare, poi, in rettangoli.

Ora hai qualche idea per la schiscetta. Scegli pure il piatto freddo per la pausa pranzo che preferisci. Buon appetito!

Tags: