LOADING

Type to search

Contouring per il viso tondo: ecco le tecniche da seguire

Share

Hai cercato su Google “contouring viso tondo”? Allora resta con noi!

Il contouring per viso tondo è molto semplice da imparare, seguendo passo passo questa guida.

Il contouring è la celebre tecnica messa a punto dai make up artist di cui si sente parlare già da un po’.

Questa tecnica di make up è utile per correggere i difetti ed esaltare i lineamenti attraverso un gioco di luci e ombre che ricrea tridimensionalità e volume.

Un gioco di chiaroscuri che viene utilizzato da decenni dai make up artist, soprattutto in ambito fotografico e cinematografico.

Cos’è e a cosa serve il contouring

Il contouring serve a rimodellare il viso con il make up, mettendo in evidenza i punti di forza con colori chiari e luminosi e a celare i piccoli difetti con le ombre.

Questo è uno dei trucchi correttivi più usati e richiesti, ottimo per armonizzare i lineamenti del viso tondo. Quando si agisce col make-up si cerca in questo caso di dare slancio al volto, giocando con i classici chiaro scuri.

Trucco contouring viso tondo

Questa tecnica è un ottimo strumento per affinare e scolpire il viso tondo, per far risaltare i punti di forza e scurire i lati del viso per renderlo più allungato.

Il contouring per viso tondo è diventato popolare grazie a Kim Kardashian  insieme al suo makeup artist personale, Mario Dedivanovic.

Come nelle tecniche di disegno, anche per il trucco del contouring si applica la teoria dei chiaroscuri. Infatti, tutto ciò che riflette la luce porta fuori dei volumi, i punti opachi e scuri, invece, catturano la luce portando in dentro.

Prodotti per il contouring

contouring viso tondo con make up professionale

Questa tecnica non è per niente complessa, ma richiede pratica e impegno.

Il segreto è sfumare con cura, in modo da evitare macchie e rendere il trucco troppo evidente.

Per realizzare un buon contouring è fondamentale scegliere con attenzione i prodotti specifici. I trucchi di cui si ha bisogno per la tecnica sono:

  • una terra opaca di colore freddo non glitter, possibilmente di due toni più scura rispetto al colore della pelle
  • un illuminante, meglio se satinato, in tono con il proprio colore di pelle.

È possibile usare sia prodotti in polvere che in crema.

Nel caso in cui si utilizzino i prodotti in polvere, è necessario applicare prima il fondotinta.

Invece, nel caso in cui si utilizzano prodotti in crema, il risultato sarà molto più evidente e bisognerà assolutamente stendere il fondotinta sopra al contouring e all’highlighting.

Per la realizzazione è consigliabile utilizzare un pennello piatto per applicare il fondotinta e poi sfumarlo.

Per un effetto più luminoso e tridimensionale, si possono utilizzare due prodotti: un illuminante opaco e un illuminante shimmer, per un risultato ancora più professionale.

Il trucco contouring si completa, infine, con un tocco di blush.

Per ottenere un risultato perfetto è necessario, tuttavia, che i pennelli utilizzati siano puliti e in buono stato. Per questo è consigliabile conservare l’occorrente in organizer trucchi di qualità, come quelli in silicone a scomparti.

Inoltre, il segreto per un buon contouring è avere una pelle priva di imperfezioni. Perciò è fondamentale utilizzare prodotti per la pulizia del viso professionali che levigano e rimuovono le impurità dalla pelle.

Le forme del viso

Sono tante le forme del viso, e per ognuna la tecnica da seguire per il contouring viso è differente.

Vediamo, quindi, quali sono i passi da seguire per un contouring perfetto per ogni tipologia di viso.

Come fare contouring sul viso tondo

Il contouring per viso rotondo ha come obiettivo quello di ridurre il volume delle guance e i contorni del viso, per creare un allungamento.

Si andrà, quindi, a scurire le parti più tondeggianti del volto, come le guance e il doppio mento, e si illumineranno le altre, come la zona della fronte.

Si parte con un fondo omogeneo applicando, con una spugnetta bagnata, il fondotinta cremoso non troppo scuro. Questo, infatti, non andrà a coprire ma crea una base omogenea.

Appena sotto zigomi viene applicata la terra per dare l’illusione di un viso più definito e scavato. Si sfuma, poi, dall’attaccatura dell’orecchio fino all’altezza della punta del naso.

Per assottigliare la parte del mento e del collo si applica la terra sotto il mento e ai lati del collo.

Si passa, poi, all’illuminante: si possono utilizzare un fondotinta cremoso o uno in polvere più chiaro della tonalità della pelle.

Si parte da sopra gli zigomi, per poi passare sul dorso del naso e al centro del mento e della fronte. L’illuminante opaco o satinato, si sfuma, poi, sull’arcata sopraccigliare e sopra il sopracciglio e sull’arco di cupido.

E per chiudere in bellezza…

Per finire, si passa alla polvere illuminante dall’effetto shimmer nei punti strategici, ovvero: l’arcata sopraccigliare, la parte alta degli zigomi e l’arco di cupido.

Il blush si applica in maniera obliqua dal centro delle gote verso l’estero, in una sfumatura armonica.

Una volta completato il contouring di base, si fissa il fondotinta con la cipria più adatta al colore della pelle, opaca o illuminante.

Il viso tondo dopo il contouring sarà così più definito e armonico.

Per allungare, inoltre, la forma degli occhi si può utilizzare un eyeliner dalla punta sottile o una matita scura.

Gli ombretti ideali per questa forma ovale del sono quelli dai colori leggermente scuri, applicando il colore e tirandolo verso l’esterno della palpebra per allungare l’occhio.

Per le labbra, si definisce il contorno con una matita per conferirle una forma più squadrata.

Viso triangolare inverso

Il viso triangolare inverso è caratterizzato da una fronte più ampia rispetto al mento  appuntito. Il contouring per questa tipologia di viso ha l’obiettivo di ripristinare l’equilibrio tra le due metà del viso, riducendo visivamente la parte superiore e accentuando la parte inferiore.

Innanzitutto, è necessario applicare l’illuminante opaco nella zona della mascella, sul ponte del naso, sullo zigomo, sulla palpebra mobile e al centro del mento, così come sull’arcata sopraccigliare e sopra l’arcata sopraccigliare.

Poi, per definire le zone d’ombra e rendere il viso triangolare inverso più armonico, si applica il bronzer opaco vicino all’attaccatura dei capelli, nella zona delle tempie degli zigomi, ma anche sulla parte finale del mento e sul collo, nell’incavo.

Si applica, poi, un illuminante luminoso sullo zigomo e sotto l’arcata sopraccigliare.

E, per finire, il blush, applicato dal centro delle gote, sfumandolo verso l’orecchio.

Viso allungato

Per il viso allungato si lavora sulle estremità del viso, per accorciarlo e allargarlo nella zona centrale.

Il primo step è quello di illuminare la zona delle tempie, la parte alta degli zigomi, il ponte del naso e l’area della mascella.

Poi si sfuma la terra opaca all’attaccatura dei capelli, in maniera orizzontale, così come sugli zigomi, senza creare una sfumatura verticale che renderebbe il viso ancora più allungato.

Si applica, successivamente, un illuminante shimmer sull’arcata sopraccigliare, sulla parte alta dello zigomo e sull’arco di cupido.

Infine, si passa al blush che si applica con movimenti circolari al centro dello zigomo, sfumandolo leggermente verso l’esterno.

Viso ovale

È una tipologia di viso particolarmente equilibrato su cui è possibile intervenire con tecniche classiche per il contouring universale.

Si inizia illuminando con la polvere opaca l’arcata sopraccigliare, parte alta dello zigomo, in maniera ‘obliqua’, centro del mento e ponte del naso. Poi si scuriscono le tempie, i lati del naso e l’incavo dello zigomo, la mascella e la parte bassa del mento.

Il blush viene, poi, applicato in maniera obliqua seguendo il bronzer, sfumandolo verso le tempie.

Viso squadrato

L’obiettivo del contouring per viso squadrato è quello di ridefinire e allungare il volto, riducendo il volume degli zigomi sporgenti e della mandibola prominente.

Per cominciare si applica un illuminante opaco su ponte del naso, sull’arcata sopraccigliare, nel tratto sopra le sopracciglia, nell’incavo sotto lo zigomo e sull’estremità del mento. Il bronzer, invece, si applica sulle zone prominenti, ovvero: l’osso zigomatico, la mascella, l’incavo del mento, sopra le tempie e sui lati del naso.

Il viso squadrato, così, apparirà più armonico e dai tratti meno spigolosi.

Viso triangolare

Il contouring adatto ai visi triangolari serve soprattutto a ridurre la larghezza della mascella ed evidenziare, invece, gli zigomi e la fronte. Il contouring per viso triangolare, quindi, punta ad illuminare la parte superiore del viso e scurire quella inferiore.

Si parte con l’highlighter nella zona delle tempie, sfumato fino allo zigomo, sopra e sotto le sopracciglia e sul ponte del naso e sull’arco di cupido.

Il bronzer, poi, viene applicato sugli zigomi, sulla mascella, ai lati del naso partendo quasi dall’attaccatura delle sopracciglia e, per finire, nell’incavo del collo.

Con questa tecnica si mette in risalto la parte alta del viso, allargandola otticamente, mentre la parte inferiore viene ridotta con colori scuri.

Per completare il lavoro, si applica l’illuminante shimmer sugli zigomi e sopra e sotto le sopracciglia.

Per accentuare la tridimensionalità del make up, si sfuma il blush con bronzer ed illuminante verso le tempie.

Il risultato sarà un viso decisamente più armonioso e proporzionato.

Hair contouring viso tondo

Anche i capelli sono una parte fondamentale del make up ed esistono tecniche per assottigliare il viso o allargarlo.

Per quanto riguarda il viso tondo, sono diverse le varianti perfette da accostare ad un buon contouring.

Ad esempio, la frangia laterale o il ciuffo danno l’illusione di un viso meno tondeggiante.

Inoltre, i capelli portati lunghi e lisci con riga in mezzo vanno ad incorniciare il viso per farlo sembrare allungato.

Correggere naso e labbra

contouring labbra

Il contouring ha molteplici funzionalità, oltre a quelle di cui abbiamo parlato sopra.

Infatti, con questa tecnica è possibile anche “correggere” quei piccoli difetti del viso, come la forma del naso o delle labbra.

Con questo gioco di chiaroscuri si possono levigare i nasi troppo lunghi, storti, con gobba o i nasi a patata.

Lo stesso vale per le labbra. Il trucco del contouring, in questo caso, può far risultare le labbra più carnose o più sottili, definendole e illuminandole con le giuste tecniche.

Siamo giunti alla fine del nostro articolo sul contouring per viso tondo. Continua a seguirci per tanti altri consigli! Nel frattempo, ti consigliamo di leggere anche l’articolo dedicato a come truccare gli occhi!

Tags: